Come collegare il pc alla TV

Quando la programmazione televisiva non ti basta più e hai voglia di rivedere un film o un documentario che hai trovato su youtube, video o fotografie personali o espandere una presentazione in power point hai due alternative: fissare il piccolo schermo del computer o collegare quest’ultimo alla TV.

Proseguendo a leggere questa guida scoprirai che, con poche e semplici procedure e un cavo acquistabile in ogni negozio di elettronica, potrai rivoluzionare la tua idea di lavorare, guardare un film o qualsiasi altro tipo di immagini alla televisione.

Monitor del computer o schermo del televisore?

Se non hai a disposizione un televisore il monitor del pc è l’unica alternativa che puoi adottare ma, soprattutto se non sei solo, la visione non sarà certo piacevole. Ti troverai a dover trovare il miglior angolo di inclinazione del monitor e rischiare di perdere qualche battuta a causa l’audio non adatto a una proiezione cinematografica. L’esperienza, insomma, potrebbe essere poco piacevole e farti desistere definitivamente.

Non tutto è perduto, però, se hai a disposizione un televisore da poter collegare al computer.

Cosa devi fare per il collegamento?

Connessione attraverso un cavo
La prima cosa che dovrai fare è guardare che tipo di uscita è presente nel computer e nel televisore; solo così potrai capire qual è il cavo giusto da dover acquistare.

In molti dispositivi troverai, accanto l’uscita, un simbolo che ti aiuta a comprenderne le funzioni (delle cuffie, un microfono o uno schermo) o, meglio ancora, il nome della presa. Non dovrai, dunque, essere un esperto in elettronica per poter collegare il tuo televisore al notebook o al case del tuo computer: basterà solo un pizzico di attenzione. Un’operazione da poter realizzare a prescindere che tu usi come sistema operativo Windows o Mac.

Potrai utilizzare una delle seguenti uscite:

  • HDMI. Presa di ultima generazione capace di supportare sia l’audio sia le immagini e mantenere un livello di alta definizione.
  • VGA. Il cavo è lo stesso che si utilizza per collegare il case al monitor del computer e serve per gestire esclusivamente il flusso delle immagini e deve essere abbinato a un ulteriore filo che gestisce l’audio.
  • S-Video. Si tratta di uno spinotto rotondo presente soprattutto nei computer di vecchia generazione. Questo può essere collegato anche con il supporto di un adattatore di presa Scart e, come il VGA, gestisce solo le immagini ma non l’output dell’audio.
  • DVI. Simile alla presa VGA, anche in questo caso il cavo è utilizzato per collegare il case al monitor e, dunque, potresti già averlo a tua disposizione. Nel caso in cui il tuo televisore non ha questa uscita puoi acquistare un adattatore.
  • RCA Composito. Si tratta dei comunissimi cavetti colorati rosso, bianco e giallo (noti in gergo come jack). I primi due cavi servono per le immagini e l’ultimo per l’audio e sono utilizzati in molti televisori e computer. La nota negativa, però, è la qualità: i flussi audio e video non sono ottimi.

Questi cavi possono essere acquistati a un costo di circa 10 euro, un investimento del quale sicuramente non ti pentirai.

A seconda del modello del dispositivo (tv o pc) potrai trovare l’uscita ai lati o nel retro. Prima di andare al negozio verifica il tipo di presa (se “maschio” o “femmina”) e la lunghezza minima necessaria tra il televisore e la base di appoggio del computer.

Cosa selezionare nel televisore
Dopo aver collegato il cavo alle due prese avrai già fatto quasi tutto il lavoro e, adesso, dovrai solo selezionare la “sorgente” nel tuo televisore. In base al modello del tuo dispositivo e del cavo utilizzato potrai avere diverse alternative; scorrendo nel menù del tuo televisore – o nell’apposito tasto “source” presente sul telecomando – potrai trovare dove selezionare “PC”, “HDMI” o “HDMI1”.

Nel momento in cui selezionerai la sorgente esatta vedrai comparire il desktop del tuo computer sullo schermo del televisore.

Cosa fare se usi il Windows
A questo punto potrai utilizzare lo schermo del televisore come monitor del tuo computer.

In alcuni computer, in base alle impostazioni predefinite dal sistema o selezionate direttamente da te, il monitor del computer si oscura e la grafica appare solo nel televisore.

Un’impostazione utile soprattutto se si sta guardando un film: la doppia immagine e la sorgente di luce, infatti, potrebbe creare un leggero fastidio.

Nel caso in cui stai lavorando, o devi utilizzare il televisore quasi come un proiettore per illustrare e descrivere le immagini, potrebbe tornarti utile visualizzare le immagini anche sul monitor del tuo computer.

Se la visualizzazione non avviene in automatico – questo avviene soprattutto se stai utilizzando Windows 7, Windows 8 o Vista – allora devi passare alla selezione manuale con la seguente procedura cliccando nel tasto destro del mouse e poi con il sinistro su:

  • Risoluzione dello schermo
  • Rileva
  • Più schermi
  • Estendi il desktop a questo schermo
  • Applica/OK

Cosa fare se usi il Mac
Se la visualizzazione non si avvia in modo automatico devi procedere con cliccando sulle preferenze di sistema e poi:

  • Monitor
  • Disposizione
  • Duplica monitor

Collegamento in wi-fi

Teoricamente è possibile anche collegare il televisore e il computer in wi-fi anche se procedura è più complessa, richiede un televisore di ultima generazione e un segnale ottimo. In questi casi, per mantenere la qualità è sempre meglio affidarsi a un cavo di collegamento.

Il collegamento step by step

  • Individuare il tipo di uscita nel dispositivo;
  • acquistare il cavo e l’eventuale adattatore;
  • collegare il televisore e il computer attraverso il cavo;
  • selezionare la sorgente nel televisore;
  • eventuale selezione manuale del collegamento nel pc;
  • accomodarti e guardare il programma selezionato.

Computer Nessun commento